Seguici su:

Esplora contenuti correlati

Centrale Unica Committenza

I Comuni di Caorle e San Stino di livenza, con delibere dei rispettivi Consigli Comunali adottate nel corso del 2015, hanno deciso di sottoscrivere, in ossequio a quanto previsto dall'art. 30 del D.lgs. 267/2000 "Testo unico Enti Locali" e s.m.i., apposite convenzioni al fine di svolgere in modo coordinato funzioni e servizi determinati, allo scopo di razionalizzare la spesa pubblica e migliorare l'attuazione dei procedimenti, uniformando le attività gestionali e gli adempimenti relativi.
Con le suddette deliberazioni, i comuni aderenti hanno disposto che le convenzioni dovranno stabilire i fini, la durata, le forme di consultazione degli enti contraenti, i loro rapporti finanziari ed i reciproci obblighi e garanzie; possono essere previste anche le costituzioni di uffici comuni, che operano con personale distaccato dagli enti partecipanti, ai quali affidare l'esercizio delle funzioni pubbliche in luogo degli enti partecipanti all'accordo, ovvero la delega di funzioni da parte degli enti partecipanti all'accordo a favore di uno di essi, che opera in luogo e per conto degli enti deleganti.

Sulla scorta delle decisioni assunte con le deliberazioni consiliari, il Comune di Caorle (con funzioni di capofila), in sintonia con le disposizioni di cui dall'art. 33, comma 3-bis, del D.lgs 12.04.2006, n. 163, come sostituito dall'art. 9 comma 4 della Legge n. 89/2014, ha promosso tra i Comuni associati, la costituzione della Centrale Unica di Committenza (C.U.C.), denominata:

"CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA CAORLE - SAN STINO DI LIVENZA"

sulla base di un accordo consortile e di un regolamento istitutivo appositamente predisposti;

All'iniziativa hanno aderito tutti i Comuni associati, ai sensi della deliberazione consiliare a fianco di ciascuno indicata ed esecutiva ai sensi di legge:

  • Comune di CAORLE - delibera del Consiglio Comunale n. 8 in data 19.02.2015.
  • Comune di SAN STINO DI LIVENZA - delibera del Consiglio Comunale n. 3 in data 26.02.2015.

La  disciplina e le modalità di funzionamento della centrale unica di committenza sono contenuti nel regolamentodi funzionamento approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n. 240 del 24.11.2015 (con poteri della Giunta Comunale) per quanto riguarda il Comune di Caorle e con Deliberazione della Giunta Comunale n. 192 del 26.11.2015 per quanto riguarda il Comune di San Stino di Livenza. 

Con la sottoscrizione dell'Accordo Consortile in data 11 AGOSTO 2015 è stata formalmente istituita la Centrale Unica di Committenza "CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA CAORLE - SAN STINO DI LIVENZA", che individua nel Comune di Caorle l'ente capofila, che si occuperà dell'acquisizione di lavori, servizi e forniture per i comuni associati, in attuazione di quanto previsto dall'art. 33, comma 3-bis del D.Lgs. 12.04.2014, n. 163, come sostituito dall'art. 9 comma 4 della Legge n. 89/2014, e secondo quanto stabilito dal regolamento istitutivo, composto da n. 13 articoli.

Data ultima modifica: 20-01-2016