Salta al Contenuto della Pagina

Caorle Composizione
 a   |  a   |  a   |  a   |
Ricerca nel Sito

Sei in: La Città » Museo » Museo nazionale di archeologia del mare

Museo nazionale di archeologia del mare

 

I tesori rinvenuti in fondo al mare di Caorle sono finalmente visibili. Comincia a concretizzarsi il "sogno" di vedere aperto a Caorle il Museo Nazionale di Archeologia del Mare.

Sabato 14 gennaio 2012, alle ore 15.30 nel centro "Bafile", il sindaco di Caorle Marco Sarto e il Soprintendente per i Beni Archeologici del Veneto Vincenzo Tiné hanno tagliato il nastro della mostra "TerredAcque". Un'anteprima del Museo Nazionale di Archeologia del Mare". Un'anteprima, perché, in attesa del recupero edilizio ed architettonico dell'ex azienda agricola "Chiggiato", all'interno della quale si svilupperà il "Museo Nazionale di Archeologia del Mare", l'amministrazione comunale di Caorle, in collaborazione con la Soprintendenza, ha deciso di offrire un assaggio di quello che sarà il vero e proprio museo, cominciando così a valorizzare i beni culturali ed archeologici del territorio.

L'allestimento dell'esposizione temporanea si sviluppa lungo le sale espositive della "Bafile" in sequenza cronologica ed illustra, anticipando il futuro Museo Nazionale, la ricchezza del territorio ed i principali ritrovamenti archeologici disponibili secondo uno sviluppo tematico che ripercorre la storia della Città di Caorle. Tra i reperti in mostra si potranno ammirare anfore in gran quantità, ma anche un manico d'ascia dell'età del bronzo e un pettine d'osso di certo della medesima epoca.

L'apertura della mostra "TerredAcque", in via sperimentale, è prevista dal 14 gennaio al 31 marzo 2012. Il biglietto d'ingresso ha un costo di 3 euro, con riduzione ad 1,50 euro per i residenti nel Comune di Caorle, scolari e ragazzi fino a 10 anni compiuti; è gratuito per disabili e accompagnatori e per tutti durante la giornata inaugurale. Durante questo primo periodo di apertura si potrà accedere alla mostra su prenotazione, fatta direttamente agli uffici dell'Apt Provinciale di Caorle, oppure il sabato mattina dalle ore 9 alle ore 12, con visita guidata. Per il periodo estivo, l'amministrazione comunale intende riproporre la Mostra ampliando gli orari di apertura così da offrire ai turisti un'altra interessante attrattiva. «L'apertura della Mostra sui reperti archeologici del nostro territorio - commenta il sindaco Marco Sarto - è uno dei momenti culturalmente più rilevanti della nostra amministrazione. In attesa del tanto sospirato Museo del Mare i nostri concittadini, ed i moltissimi turisti che conoscono l'antica storia delle nostra Città, avranno finalmente la possibilità di contemplare materialmente i documenti che per un paio di millenni hanno accompagnano le nostre generazioni.

 


Indietro    Stampa



Città di Mare

Valid XHTML 1.0 Strict

CSS Valido!