Seguici su:

Esplora contenuti correlati

Insieme per la vacanza


Venerdì 7 aprile, presso il centro civico, l'Azienda Speciale Don Moschetta ha presentato i nuovi servizi che vengono offerti ai turisti già a partire da questi giorni: l'Assistenza Domiciliare ed il Centro Diurno. Ciò darà agli ospiti di Caorle, con familiari non autonomi, la possibilità di trascorre una vacanza in tutta sicurezza e tranquillità, certi dell'assistenza che verrà fornita loro da veri e propri professionisti.


"Il progetto nasce con l'obiettivo di dare a tutte le persone l'opportunità di una vacanza serena e confortevole - ha spiegato la dott.ssa Serena Guida - Abbiamo rivolto, quindi, la nostra attenzione alle famiglie con persone non autonome nelle attività della vita quotidiana, valutando le complesse difficoltà che possono nascere anche in vacanza. Il nostro è un comune turistico ed è per questo che l'Azienda Don Moschetta ha deciso di offrire assistenza domiciliare anche ai turisti, presso le strutture ricettive in cui soggiornano, grazie all'intervento di operatori qualificati".


"Per quanto riguarda il Centro diurno - ha illustrato la dott.ssa Silvia Rizzo - il nuovo servizio ci permette di accogliere i turisti presso i locali della casa di riposo e di offrire loro attività educative e ricreative, oltre che all'assistenza e, naturalmente, ai pasti".


"Vista la vocazione turistica del territorio - ha commentato il Presidente della Don Moschetta Giovanni Carrer - e studiate le relative problematiche, abbiamo deciso di proporre questi servizi che si presentano sicuramente come innovativi rispetto alla realtà odierna dei servizi socio sanitari. Risolveremo le eventuali problematiche che si presenteranno lungo il nostro percorso, sperando di avere l'appoggio dell'Unità Sanitaria Locale in termini di idee e sostegno, sia morale che materiale".


"So quanto l'Azienda crede a questa iniziativa, so quanto lavoro è stato fatto e quanto se ne dovrà fare - ha dichiarato l'Assessore ai Servizi Sociali Riccardo Barbaro - Il connubio tra il settore socio sanitario e quello turistico permetterà a tutte le persone interessate ed ai loro familiari di godersi la città grazie ai servizi garantiti in modo professionale ed affidabile".


"Quando mi hanno parlato di questa iniziativa sono rimasto positivamente colpito - ha commentato il Direttore Generale dell'ULSS 4 Carlo Bramezza - L'Azienda Don Moschetta lavora molto bene e, da casa di riposo, mira a diventare un vero e proprio centro di servizi, da esportare anche nel territorio, grazie alla grande professionalità degli operatori che vi lavorano. Offrire assistenza sanitaria ed aprire il centro diurno anche agli ospiti della località è sicuramente una grande sfida ma aiuterà l'economia di tutta la località in quanto le famiglie con familiari non autonomi sceglieranno Caorle perché potranno godersi la vacanza in tutta serenità, sicuri dell'assistenza che verrà fornita ai loro cari".


Nuovi servizi, quindi, per la Don Moschetta, che già ‘gestisce' numeri importanti: 76 posti letto per 76 dipendenti divisi tra infermieri, addetti all'assistenza, psicologi, amministratori, personale della cucina e della lavanderia ed operatori vari: tutti i servizi, infatti, vengono gestiti con personale interno. "Ricordiamo che la Don Moschetta - ha sottolineato la direttrice della Don Moschetta Laura Cazzaro - oltre alla residenzialità, gestisce anche un centro diurno, fornisce pasti a clienti nel territorio (nel 2016 ben 112.000 pasti tra gli anziani, le mense scolastiche ed il grest estivo) ed offre l'assistenza domiciliare a 50 assistiti (ognuno con una media di 3 accessi a settimana, per un totale di 600 accessi mensili nelle case)".


Scarica qui il pieghevole con orari e prezzi.

Leggi qui il comunicato stampa di Dimensione Cultura.

pubblicata il 13 aprile 2017
<< <  ... 616263646566676869 ...  > >>