Seguici su:

Esplora contenuti correlati

News

Punti di Primo Intervento di Caorle… torna “Vacanze sicure”, l’insieme di servizi sanitari rivolti ai turisti

 
Il Direttore dell’ULSS 10 Veneto Orientale Carlo Bramezza ha presentato ufficialmente questa mattina l’assetto estivo del Pronto di Primo Intervento di Caorle, attivo dal 30 maggio, in modalità h24.

 

“Cerchiamo di ritornare alla normalità – ha commentato il direttore Bramezza – e siamo pronti ad accogliere i turisti che, siamo sicuri, torneranno prestissimo a vivere le nostre spiagge. Qui sanno di poter contare su un’assistenza sanitaria di alto livello, con interpreti qualificati: è un valore aggiunto per Caorle ed un modo attraverso il quale possiamo dare un contributo agli operatori economici, ai quali auguriamo di poter tornare a lavorare il prima possibile”.

 

Alla presentazione hanno partecipato anche il dott. Fabio Toffoletto, direttore del Dipartimento Area Critica; il dott. Mestre Rosi, nuovo direttore del Suem di Mestre (coordinatore di tutte le terapie intensive nella fase covid); il Presidente di Federalberghi Caorle Loris Brugnerotto; il referente per le strutture ricettive all’aria aperta e direttore del Pra’ delle Torri Stefano Scrignoli e, naturalmente, il Sindaco di Caorle Luciano Striuli che ha dichiarato: “Il potenziamento del PPI è fondamentale per la nostra località e non solo d’estate, visto il notevole afflusso turistico, ma anche d’inverno, in quanto Caorle vive tutto l’anno ed è lontana dagli ospedali, a cui è collegata da strade non ottimali. Inoltre in questi ultimi anni, grazie agli innumerevoli eventi organizzati, la stagionalità si è allungata e ora possiamo contare presenze turistiche 10 mesi su 12.”

 

In pratica, quali cambiamenti si troverà davanti chi dovrà accedere al PPI?
- prima di accedere alla struttura (accesso che deve avvenire per necessità motivata) verrà misurata la temperatura corporea, si dovrà procedere all’igienizzazione delle mani e si dovrà indossare un braccialetto blu dato dal personale (una sorta di lascia passare che dichiara l’utente idoneo ad accedere alla struttura). Se viene rilevata una temperatura superiore ai 37.5 e la persona manifesta anche tosse o problemi respiratori, verrà accompagnata, tramite percorsi dedicati, in una stanza dove verrà effettuato il tampone per verificare la positività al covid 19(risultati in 2h)
- periodicamente verranno valutati gli accessi in modo tale da offrire una struttura flessibile e pronta ad adattarsi in base al numero degli utenti e alle loro necessità
- percorsi diversi, come da indicazioni regionali, per garantire la massima sicurezza sia agli operatori che ai pazienti
- massima collaborazione con il 118
- massimo entro il mese di luglio verrà attivata la Guardia Medica e l’assistenza medica di base per i turisti

 

pubblicata il 05 giugno 2020
<< <  ... 93949596979899100101 ...  > >>