Seguici su:

Esplora contenuti correlati

News

La Europe Triathlon Cup di Caorle parla straniero con l’ungherese Lehmann e la tedesca Meißner

 

Il futuro e il presente del triathlon passa per Caorle. Grandi emozioni oggi a Porto Santa Margherita per la più numerosa gara di Europe Triathlon Cup mai disputata nel continente. Dopo le qualificazioni della Europe Triathlon Junior Cup (domani le finali), la vetrina è tutta per la Europe Triathlon Cup dedicata agli Élite, che ha visto trionfare al maschile l’ungherese Csongor Lehmann e al femminile la tedesca Lena Meißner. Sul podio, l’azzurro Michele Sarzilla e il francese Tom Richard e le francesi Lea Coninx ed Emma Lombardi.
 
Alle 16.00 esatte si tuffano nel mare Adriatico, dalla spiaggia di fronte Piazzale Portesin, i 75 atleti della gara maschile. Ad uscire per primo, dopo 750 metri di nuoto, è il più veloce nuotatore del circuito, l’ungherese Mark Devay. Nella frazione di ciclismo, si crea prima un gruppetto di testa composto, tra gli altri, oltre che dall’ungherese, dagli italiani Fabian, Crociani (che è stato velocissimo in T1) e Strada, dall’altro ungherese Csongor Lehmann e dall’americano Rider. Giro dopo giro vengono raggiunti da un gruppetto di una dozzina di triathleti. In zona T2, Michele Sarzilla è un filmine e dopo aver appoggiato la bici esce per primo dalla zona cambio per gli ultimi 5 chilometri di corsa a piedi. Sarzilla spinge nel primo giro, ma nel secondo la stanchezza si fa sentire. A poche centinaia di metri dalla “finish line” viene raggiunto da Lehmann che nel frattempo, metro dopo metro, si è rifatto sotto e va a tagliare il traguardo per primo in 53’20’’. Alle sue spalle, appunto l’italiano e il francese Richard.

 

“Questa gara è stata una grande sfida, sono molto contento del risultato – commenta il vincitore – sono partito molto bene nella prima frazione, ho nuotato sicuro. Poi sono stato molto veloce nella transizione, tanto da uscire tra i primi per i 19,2 km di ciclismo. Un percorso complicato, con curve difficili. Poi per la corsa non mi sentivo molto stanco, tanto che pian piano sono riuscito a recuperare molti atleti. Negli ultimi 500 metri ho preso anche il primo, l’italiano Sarzilla. Spero di ritornare nei prossimi anni a Caorle, dove ho trovato una location molto bella e un’organizzazione molto buona”. Ci ha creduto fino in fondo Sarzilla, secondo per soli 3 secondi. “Un secondo posto alla European Cup che mi rende felicissimo – dice l’azzurro – è stata una gara molto veloce sin dalle prime fasi: ho nuotato abbastanza bene, ho collaborato in bici per riprendere la fuga creata e poi ho gestito bene le energie. Sono uscito dalla seconda transizione davanti e ci ho provato: forse avrei potuto gestire meglio questo frangente perché mi sono mancate le energie nel finale, ma come debutto internazionale della stagione è davvero un ottimo risultato. Ero già stato a gareggiare a Caorle, è sempre stato bello e ci sono tornato volentieri”.
 
Alle 18.00 si tuffano in acqua le 75 donne élite. La nuotata più veloce è quella della francese Emma Lombardi, che dopo 750 metri di nuoto, esce dall’acqua con decine di secondi di vantaggio rispetto alle avversarie. Poi spinge tantissimo in bici, ma da dietro non si arrendono e si lanciano all’inseguimento della battistrada. Al terzo dei sei giri, Lombardi viene raggiunta e in testa si forma un gruppetto di una decina di atlete. Al rientro in T2, per la transizione bici-corsa, le prime sono le tedesche Lena Meißner e Anabel Knoll (proprio quest’ultima a lungo a dettare il ritmo del gruppo nella frazione di ciclismo). Ma la francese Lombardi rinviene a grande velocità ed esce insieme alle due tedesche per gli ultimi 5 chilometri di gara. Dopo il primo giro, è Meißner a guidare con Lombardi: le due sonmo inseguite a pochi secondi dall’altra francese, Lea Coninx e dall’altra tedesca Knoll. Sul traguardo finale, a vincere per un solo secondo, è Meißner (59’14’’), che regola le francesi Coninx e Lombardi. “Non sapevo cosa aspettarmi, visto che era la prima gara dopo un lungo periodo di allenamento – racconta la 22enne tedesca – sono riuscita ad uscire bene dall’acqua. Poi è stata molto dura in bicicletta, visto che c’era molto vento. Ma abbiamo collaborato e alla fine nella frazione di corsa ho avuto la meglio. Caorle è una location bellissima, mi sono divertita e credo che tornerò”.
 
La lunghissima giornata di gare era incominciata alle 8.00 con la prima delle quattro batterie degli Junior uomini, seguita, alle 13.00 dalla prima delle tre batterie femminili. Le qualificazioni (come pure la finale di domani) si disputano sulle distanze di supersprint (300 metri a nuoto, 9,5 km divisi in tre giri per la frazione di ciclismo e un giro da 1,9 km per la corsa a piedi). Al via 102 uomini e 83 donne. Pass per le finali A per i primi 7 di ciascuna delle quattro batterie ed i migliori 2 tempi per gli Junior uomini e per le prime 9 di ognuna delle tre batterie e i migliori 3 tempi di ripescaggio per le Junior donne. I vincitori delle batterie di oggi sono stati l’azzurro Francesco Gazzina, il belga Thijs Balte, l’austriaco Jan Bader e il finlandese Veikka Saren. Al femminile primi posti per le olandesi Barbara De Koning e Sonja De Koning e l’azzurra Myral Greco. Domani, per le posizioni che contano, quelle sul podio, si azzera tutto e si riparte da zero. Oggi restano però restano le grandi emozioni degli “under 20” che sono tornati a indossare il pettorale in una gara internazionale a loro dedicata, dopo lunghi mesi di stop. Per molti di loro un’emozione ancora un po’ più grande, visto quella di Caorle è stata la prima competizione extranazionale. In più c’è anche chi, come l’ungherese Botond Lengyel, venerdì prima di arrivare a Caorle, ha sostenuto un esame scolastico che non poteva assolutamente perdere. “Dopo tre ore di esame a scuola, sonno partito in fretta e furia dall’Ungheria per arrivare in tempo per gareggiare – commenta il 16enne – a volte è difficile conciliare sport e studio, ma cerco di fare sempre il mio meglio. Come ho fatto ieri tra i banchi di scuola e oggi nuotando, pedalando e correndo. Sono molto contento di essere riuscito a partecipare a questa bella gara a Caorle”.
 
Presente, tra gli altri, l’assessore allo sport del Comune di Caorle, Giuseppe Boatto, il presidente della Fitri, la Federazione Italiana di Triathlon, Riccardo Giubilei, il presidente del Coni regionale del Veneto, Dino Ponchio e il vicepresidente della Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera), Sergio Baldo. “Grandissima partecipazione oggi a Porto Santa Margherita, un’organizzazione straordinaria da parte di Silca Ultralite Vittorio Veneto, un grande contribuito di tutte le associazioni per l’ottima riuscita di questo evento, che è stato al di sopra di ogni aspettativa sia per numero di partecipanti in arrivo da oltre 30 paesi che per quello degli ospiti che hanno potuto assistere a qualcosa di unico – afferma l’assessore Boatto – siamo orgogliosi, come Città di Caorle e Città dello sport. L’obiettivo è quello di crescere ancora e di portare manifestazioni che abbiamo un riscontro così importante come ha avuto questa Europe Triathlon Cup”.
“Una giornata bellissima di sport ed emozioni – commenta il presidente della Fitri, Riccardo Giubilei – abbiamo ripreso l’attività internazionale nel migliore dei modi, c’era bisogno di dare una bellissima ripartenza, l’abbiamo fatto in un contesto particolarmente educativo, con livello molto alto di atleti in arrivo da tutt’Europa. Un ringraziamento da parte della Federazione Italiana di Triathlon all’organizzazione, Silca Ultralite Vittorio Veneto, all’amministrazione comunale e a quanti della federazione stanno lavorando e hanno lavorato all’evento, ai volontari e a tutti i soggetti coinvolti per aver regalato un appuntamento di livello che segna anche la capacità organizzativa dell’Italia del triathlon”.
 
La manifestazione di oggi è stata anche trasmessa sul canale Youtube di Silca Ultralite Triathlon (al link https://youtu.be/l7lCTvcUbLU) in diretta streaming, dalle ore 15.30 alle ore 20.00, con commento live in inglese di Paul Groves. È andata in onda anche su triathlonlive.tv, europe.triathlon.org e fitri.it .
 
Domani, domenica 16 maggio, il programma di gara è il seguente: alle ore 9.00 la finale B della Europe Triathlon Junior Cup femminile, alle 9.45 la finale B maschile, alle 10.30 la finale A femminile e alle 11.15 la finale A maschile. Alle 12.15 si terrà la premiazione. Dalle 12.00 spazio alla Triathlon Sprint Rank Gold Città di Caorle, la classica manifestazione sulla distanza sprint (750 metri a nuoto, 20 km di ciclismo, 5 km) che vedrà in campo oltre 800 atleti. Prima si tufferanno in acqua le 176 donne, poi alle 14.00 sarà la volta dei 633 uomini. Per questa gara le partenze verranno effettuate con il sistema “rolling start” (5 atleti ogni 10 secondi).
 
Accanto a Silca Ultralite Vittorio Veneto, che organizza l’evento sotto l’egida di Europe Triathlon e Federazione Italiana di Triathlon (Fitri), con la collaborazione di Comune di Caorle e Fondazione Caorle Città dello Sport, sono coinvolti Polizia Locale di Caorle, Guardia Costiera Caorle, Guardia di Finanza sezione Venezia, Protezione Civile Distretto Portogruarese, Asd Olimpicaorle, Comitato Psm - Associazione Proprietari Porto Santa Margherita, Nordè Diving Team, Circolo Nautico Porto Santa Margherita, Agenzia Lampo, Gelateria La Fiesta, Maratona di Treviso, Asd Tri Veneto Run, Amici Sportivi di San Martino, Motoclub Polizia di Stato – delegazione di Treviso, Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo e il Gruppo Giudici di gara della Fitri. A dare il loro sostegno ci sono, tra gli altri, i partner Silca SpA, Méthode, Banca Prealpi, San Benedetto, Agenzia Lampo, Gammasport, Kiron, Scatolificio Sarcinelli, Eurovelo, Doge Logistica, Borgoluce, Gac Service, Sgambaro Molino e Pastificio, Lanificio Bottoli, Biemmereti – Sogno Veneto, Calorflex, Pasol, Tuo Team, Elmec e LCI.
 
Per resoconto, foto e video visitare il sito internet www.silcaultralite.it, il canale Youtube “Silca Ultralite Triathlon” e la pagina Facebbok e Instagram “Silca Ultralite Triathlon”.
 
CLASSIFICHE EUROPE TRIATHLON CUP (Élite)
Distanza sprint (750 metri a nuoto, 19,2 km di ciclismo, 5 km corsa a piedi)
MASCHILE. 1. Csongor Lehmann (HUN) 53’20’’, 2. Michele Sarzilla (ITA) 53’23’’, 3. Tom Richard (FRA) 53’28’’, 4. Arthur Berland (FRA) 53’34’’, 5. Sergio Baxter Cabrera (SPA) 53’41’’, 6. Gianluca Pozzatti (ITA) 53’43’’, 7. Lukas Pertl (AUS) 53’48’’, 8. Bergsvik Thorn Vetle (NOR) 53’50’’, 9. Nicola Azzano (ITA) 53’51’’, 10. Jonas Breinlinger (GER) 53’53’’. FEMMINILE. 1. Lena Meißner (GER) 59’14’’, 2. Lea Coninx (FRA) 59’15’’, 3. Emma Lombardi (FRA) 59’20’’, 4. Anabel Knoll (GER) 59’30’’, 5. Sian Rainsley (GBR) 59’33’’, 6. Carlotta Missaglia (ITA) 59’50’’, 7. Sharon Spimi (ITA) 59’58’’, 8. Nora Gm Gmür (SUI) 1h00’00’’, 9. Luisa Iogna-Prat (ITA) 1h10’18’’, 10. Estelle Perriard (SUI) 1h00’37’’.

 

Foto credits Torres

 

Data creazione: 17-05-2021 | Data ultima modifica: 17-05-2021

<< <  ... 135136137138139140141142143 ...  > >>