Seguici su:

Esplora contenuti correlati

Progetto “Vivo in sicurezza”

 

La Regione Veneto, tramite il Programma Regionale di Prevenzione degli incidenti domestici e stradali, promuove varie attività di sensibilizzazione ed informazione per far si che la sicurezza diventi un vero e proprio stile di vita.

Dopo il successo dello scorso anno, viene riproposto anche nel 2019 il progetto itinerante che porta il tema “sicurezza” tra la gente, nei luoghi che persone di ogni età frequentano abitualmente, come i centri commerciali.

Nei fine settimana di gennaio e febbraio sono previsti spazi informativi, appuntamenti dedicati ai bambini per coinvolgerli attivamente attraverso il gioco e attività educativo/didattiche, incontri con Vigili del Fuoco, ecc… e somministrazione di questionari per conoscere i comportamenti delle famiglie sulla sicurezza in casa, e attività educative sulla sicurezza stradale.

La conoscenza e l’informazione rappresentano, infatti, strumenti decisivi per diffondere e aumentare il livello di consapevolezza e attenzione verso questo tema.

  

 
OCCHI PUNTATI SU ANZIANI E BAMBINI, MA LA SICUREZZA DOMESTICA CI RIGUARDA TUTTI
La convinzione, radicata nella maggior parte delle persone, che la casa sia il luogo più sicuro in cui stare, porta a sottovalutare i rischi legati alla vita domestica.

L'abitudine e la ripetitività dei gesti quotidiani determinano una sensazione di falsa sicurezza o una riduzione della soglia di attenzione o di guardia rispetto ad azioni potenzialmente pericolose o a situazioni in atto (per esempio caratteristiche della casa e in particolare degli impianti) che non rispettano gli standard di sicurezza.

Nel nostro Paese, ogni anno, circa ottomila persone perdono la vita in seguito ad un incidente domestico, più del doppio rispetto ai morti per incidenti stradali.

La maggior parte di tali eventi è però prevedibile ed evitabile mediante l'adozione di comportamenti adeguati e di modifiche, talora anche piccole, degli ambienti di vita per renderli più sicuri.

Per questo, il Piano Regionale Prevenzione 2014-2019 prevede uno specifico Programma di Prevenzione degli Incidenti Domestici, con il coinvolgimento di tutte le AULSS venete.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare la comunità, a partire dai più piccoli, promuovendo una cultura radicata sulla sicurezza, che abbia come conseguenza l’adozione di comportamenti e accorgimenti finalizzati a prevenire gli incidenti in casa, attraverso apposite attività ludiche ed educative.

 

 

MENTRE GUIDO NON CI SONO PER NESSUNO! UNA DELLE PRINCIPALI CAUSE DEGLI INCIDENTI STRADALI È LA DISTRAZIONE
Migliorano gli indicatori della sicurezza stradale in Italia. Le stime ACI-ISTAT - basate sui dati preliminari relativi al primo semestre 2018 - evidenziano un calo, rispetto allo stesso periodo del 2017, sia di incidenti con lesioni (-3%), che di vittime (-8%) e feriti (-3%). Dal 1° gennaio al 30 giugno scorso, gli incidenti sono stati 82.942 (in media, 460 al giorno: 19 ogni ora), hanno causato 1.480 morti (8 al giorno: 1 ogni 3 ore) e 116.560 feriti (645 al giorno: 27 ogni ora).

La diminuzione della mortalità registrata nel primo semestre 2018, riavvicina il dato nazionale all’obiettivo europeo di riduzione del 50% le vittime della strada entro il 2020. Un obiettivo che, però, appare difficile da raggiungere, anche se le vittime della strada sono calate del 25% rispetto al 2010 e del 55% rispetto al 2001. (Fonte: ASAPS www.asaps.it).

Nel 2017 in Veneto si sono verificati 13.844 incidenti stradali che hanno causato la morte di 301 persone e il ferimento di altre 18.984. Rispetto al 2016, diminuiscono sia gli incidenti (-1,3%) che i feriti (-0,8%), in linea con l’andamento dei dati nazionali (rispettivamente -0,5% e -1,0%).
Diminuisce anche il numero di vittime della strada (-12,5%), a fronte di un incremento del dato nazionale (+2,9%) (Report definitivo ISTAT – Incidenti Stradali in Veneto).

È ormai assodato che una delle principali cause degli incidenti stradali è la distrazione che potremmo definire tecnologica, dovuta non solo all’utilizzo dello smartphone ma anche dei moderni sistemi di infotainmen (informazione-spettacolo), che offrono una miriade di informazioni, ci permettono di scegliere la nostra musica preferita e spesso integrano il navigatore satellitare.

Per questo è fondamentale portare avanti con sempre maggiore forza l’attività di educazione stradale e di promozione del rispetto delle regole, a partire dai più piccoli.

Questo quindi l’obiettivo di Vivo in sicurezza: promuovere la sicurezza come attitudine e stile di vita, in ogni ambito del vivere quotidiano.

 

  

Info su www.vivoinsicurezza.it

 

pubblicata il 17 gennaio 2019
<< <  ... 293031323334353637 ...  > >>