Seguici su:

Esplora contenuti correlati

CNSM: presentate La Duecento e La Cinquecento

 

La Sala di Rappresentanza E. Hemingway del Comune di Caorle ha ospitato oggi la presentazione della venticinquesima edizione de La Duecento e della quarantacinquesima La Cinquecento Trofeo Pellegrini, organizzate dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con l’Amministrazione di Caorle.

 

Ad aprire la giornata il saluto e la dichiarazione dell’Assessore allo Sport Giuseppe Boatto, che ha anticipato il programma 2019 de di Gusta La Cinquecento “Anche quest’anno in occasione della partenza della nota regata velica, il Rio Interno si vestirà a festa. Visto il successo della scorsa edizione abbiamo deciso, infatti, di riconfermare l’evento e di arricchirlo con un altro imperdibile appuntamento, Sardee in Grea. Si tratta di una gara gastronomica a cura dei pescatori di Caorle e di alcuni velisti: un’ottima occasione per vedere come si cucinano le sardine alla caorlotta e, naturalmente, di per assaggiarle! Il tutto nella splendida cornice del Porto Peschereccio che venerdì 24 e sabato 25 maggio ospiterà, eccezionalmente, alcune imbarcazioni che parteciperanno a La 500. Non mancheranno, inoltre, degustazioni, showcooking e musica live! Eventi come questo” ha concluso Boatto “insieme alle fiere e ai depliant dedicati, ci permettono di valorizzare la cucina caorlotta e di proporre la nostra località come meta da visitare tutto l’anno.”

 

“In quasi mezzo secolo di regate offshore sono davvero tantissimi i velisti e le imbarcazioni che hanno solcato le impegnative acque adriatiche partendo dal suggestivo skyline di Caorle in direzione della costa croata” ha dichiarato Gian Alberto Marcorin, Presidente CNSM “Ripercorrere la storia di queste regate significa ritrovare molti dei maggiori protagonisti della vela nazionale e internazionale dagli esordi epici in cui si partiva senza l’ausilio della tecnologia, fino ai giorni nostri in cui la tecnologia e la reperibilità sono una costante della nostra vita e di questo sport. Quello che ci piace delle nostre regate è che riescono a mantenere vivo e intatto lo spirito di avventura, la passione e la voglia di mettersi in gioco, che sono ancora il motore che spinge professionisti e semplici amatori ad  affrontare una regata d’altura.”

 

Leggi il Comunicato del CNSM

 

Programma Gusta La Cinquecento

 

pubblicata il 23 marzo 2019
<< <  ... 505152535455565758 ...  > >>