Seguici su:

Esplora contenuti correlati

Diritto di accesso agli atti

Descrizione

Il Comune di Caorle ha approvato il Nuovo REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. 

I cittadini, singoli o associati, possono accedere ai documenti ed alle informazioni in possesso dell'Amministrazione secondo le modalità e con i limiti previsti dal Nuovo Regolamento Comunale, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 05 maggio 2009.

Come si utilizza

Si può accedere in due modi:

Accesso informale:

Il diritto di accesso può essere esercitato informalmente con richiesta anche solo verbale presso l'Ufficio che detiene l'atto o l'informazione. L'interessato dovrà fornire la propria identità ed ogni riferimento utile per l'individuazione del documento richiesto, spiegando le ragioni della richiesta. L'Ufficio risponde immediatamente e senza formalità.

Accesso formale:

Se non è possibile accogliere la richiesta informale, l'interessato è invitato a presentare una domanda formale e motivata che contenga anche i dati anagrafici e gli estremi del documento richiesto presso l'Ufficio Protocollo del Comune. L'Ufficio rilascerà una ricevuta con il nome dell'Ufficio competente.

Quanto Costa

L'esame dei documenti è gratuito.

Il rilascio delle copie è subordinato al pagamento delle seguenti tariffe:

  • € 0,30 a facciata per il formato A4;
  • € 0,60 a facciata per il formato A3.

Come si paga

Mediante versamento su c/c postale intestato al Comune di Caorle - Servizio di Tesoreria n. 15360308 o direttamente all'Ufficio Economato del Comune.

Tempi Massimi

Il procedimento di accesso deve concludersi entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta.

Limiti

Il nuovo Regolamento (artt. 6 e 7) dispone una precisa casistica dei casi di esclusione, limitazione e differimento. Si sottolinea che (art. 1 comma 3) sono sottoposte a diniego le richieste generiche di "intere categorie di documenti", che comportino lo svolgimento di attività di indagine o di elaborazione da parte degli Uffici. 

Ricorso

Contro i provvedimenti di rifiuto espresso o di limitazione e differimento dell'accesso e laddove sia inutilmente trascorso il termine di trenta giorni dalla richiesta di accesso formale, è possibile presentare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale oppure chiedere al Difensore Civico Regionale che sia riesaminato il diniego.

Rapporto tra diritto di accesso e diritto alla riservatezza.

La nuova normativa posta dal "Codice di protezione dei dati personali" (Decreto legislativo n. 196 del 30.06.2003) definisce all'art. 59 i termini di tale rapporto, riconfermando la validità della disciplina contenuta nella legge n. 241/90 ed ora dalla legge n. 15/05, mentre all'art. 60 prevede un riequilibrio tra i due interessi nel caso si tratti di documenti contenenti dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale (dati sensibili), prescrivendo una maggiore tutela per i dati sensibili; infatti, la conoscenza di questi è consentita se la situazione giuridicamente rilevante che si intende tutelare con la richiesta di accesso ai documenti amministrativi è di rango almeno pari ai diritti dell'interessato, ovvero consiste in un diritto della personalità o in un altro diritto o libertà fondamentale ed inviolabile.

Norme di riferimento

Legge n. 241/90;
Decreto legislativo n. 267/2000;
Nuovo Regolamento per l'accesso agli atti e alle informazioni - Deliberazione C.C. N. 23/2009;
Decreto legislativo n. 196/03, entrato in vigore il 01.01.04 "Codice di protezione dei dati personali", artt. 59 e 60;
Legge n. 15/05 (modifiche ed integrazioni alla legge n. 241/90).

Settore Segreteria - Affari Generali

Ufficio Segreteria

E-mail: segreteria@comune.caorle.ve.it
Tel: 0421 219202
Fax: 0421 219300

Documenti

ATTENZIONE ACCESSO PRATICHE EDILIZIE

Per la richiesta agli atti delle pratiche edilizie compilare l'apposito modulo:

Icona file Richiesta accesso agli atti per pratiche edilizie

Data ultima modifica: 14-06-2017
Approfondimenti
torna all'inizio del contenuto