Seguici su:

Esplora contenuti correlati

Contributo di soggiorno

Descrizione

L’Amministrazione comunale di Caorle, al fine di fornire maggior chiarezza possibile sull’argomento, ha inserito nel proprio sito questo file dal titolo “Contributo di soggiorno” nel quale si evidenziano le informazioni di maggior interesse sull’argomento evitando ai cittadini l’approfondimento sulle delibere specifiche che rimangono comunque consultabili.
L’argomento sarà costantemente aggiornato riportando delibere di Giunta o di Consiglio Comunale con maggior attenzione agli impegni economici dell’Amministrazione ma anche sulla modulistica necessaria al versamento degli importi. 
 

Finalità

Gentile ospite, gentile operatore,
L'Amministrazione Comunale ha deciso di introdurre un Contributo di Soggiorno con lo scopo di mantenere gli elevati standard qualitativi dei servizi pubblici locali di cui ne beneficia anche il turismo. Con il Contributo verrà inoltre garantito un ricco programma di intrattenimento per gli ospiti ed una promozione attiva della Città.
Il gettito derivante dal Contributo di Soggiorno ha un vincolo di scopo e quindi, come previsto dalla norma di legge, è destinato a finanziare interventi in materia di turismo.
Nel Regolamento istitutivo, l'Amministrazione Comunale ha previsto che l'utilizzo del gettito sia oggetto di apposita relazione da presentare al Consiglio Comunale, sia in fase preventiva che consuntiva, nella quale vengono descritti gli interventi finanziati, previo il passaggio attraverso l'OGD - DMO Caorle, in un'ottica di partecipazione e trasparenza e dove sono rappresentati tutti gli operatori economici del settore.
Di seguito un'indicazione di massima sulla destinazione di gettito dell'imposta:

  • Servizi Pubblici Locali (Es: Trasporto estivo, servizio di salvataggio spiaggia, potenziamento servizi di pubblica sicurezza estivi, guardia medica estiva, manutenzione verde e strade, etc.);
  • Realizzazione manifestazioni sportive, culturali di interesse turistico.
  • Promozione turistica della Città in sinergia con il Consorzio locale.
 Relazione sull'imposta di soggiorno 2014 - Relazione sull'imposta di Soggiorno Bilancio 2015- Relazione sull'imposta di soggiorno 2016 -Relazione sull'imposta di soggiorno 2017
 

Che cos'è il Contributo di Soggiorno

L'art. 4 del D.Lgs. 23/2011 introduce la possibilità per i Comuni di istituire un Contributo di Soggiorno a carico di coloro che alloggiano nelle strutture ricettive situate sul proprio territorio. Il Contributo è calcolato per persona e pernottamento. E' stato introdotto con Deliberazione del Consiglio Comunale nr. 88 del 29.11.2012, ed ha decorrenza dall'1 maggio 2013

Chi lo riscuote

Il Contributo di Soggiorno è riscosso dai gestori delle strutture ricettive.
 

Chi deve pagarlo

Il Contributo di Soggiorno è dovuto dalle persone fisiche non residenti nel Comune di Caorle che pernottano nelle strutture ricettive presenti nel territorio.
 

Quanto costa

Viene calcolato per persona, secondo le tariffe approvate dalla Giunta Comunale, con deliberazione nr. 270 del 07.12.2017 (aggiornate nel 2017): 

 

Esenzioni

Ai sensi dell'art. 4 del Regolamento sul Contributo di Soggiorno del Comune di Caorle, sono esentati dal pagamento:
a) Minori fino al dodicesimo anno di età compiuto;
b) Gli appartenenti alle forze di polizia (statali e locali) e al corpo nazionale dei vigili del fuoco che soggiornino nelle strutture ricettive per esigenze di servizio;
c) I lavoratori impiegati in qualsiasi forma presso le strutture ricettive o presso imprese con sede a Caorle;
d) Studenti che soggiornino per periodi di studio o formazione professionale come attestato dalle rispettive università, scuole o enti di formazione;
e) Il portatore di handicap e la persona non autosufficiente, per i quali dette condizioni risultino certificate ai sensi della vigente normativa del paese di provenienza, e il relativo accompagnatore;
f) dal 01 ottobre al 31 marzo, gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati ed i singoli componenti degli stessi. Ai fini della presente esenzione, per gruppo organizzato si intende il gruppo composto da almeno 20 persone con viaggio organizzato mediante pacchetto turistico predisposto da organizzatore professionale con unica prenotazione e che alloggia nella medesima
struttura ricettiva, salvo circostanze eccezionali che giustifichino il ricorso a diverse strutture.
 

Come si paga

L'ospite pagherà il Contributo di Soggiorno direttamente al Gestore della struttura ricettiva presso cui soggiorna. Lo stesso gestore dovrà rilasciare relativa quietanza.

Versamento dell'imposta all'Ente Locale
Il Gestore della struttura dovrà provvedere al versamento di quanto riscosso al Comune di Caorle entro 60 giorni dalla fine di ciascun mese con le modalità attivate dall'Amministrazione Comunale.

Si comunicano le coordinate postali del nuovo conto corrente BancoPosta PA dedicato agli incassi dell'Imposta di Soggiorno:

Codice IBAN
IT75 K076 0102 0000 0104 0422 220
Codice BIC/SWIFT
BPPIITRRXXX
CIN   ABI       CAB       N. CONTO
 K   07601   02000   001040422220

 

Gli Obblighi dei Gestori delle Strutture Ricettive

I Gestori dovranno:

  1. Informare il Turista: informare i propri ospiti sull'applicazione del Contributo di Soggiorno e sull'entità; informare sulle esenzioni e le sanzioni previste in caso di mancato adempimento.
  2. Riscuotere il contributo dall'Ospite: dovranno chiedere il pagamento del contributo all'ospite e rilasciare la relativa quietanza. Dovranno altresì far compilare all'ospite che si rifiuti di versare il contributo l'apposita dichiarazione. Il rifiuto della compilazione della dichiarazione comporta per l'ospite un sanzione amministrativa da € 50,00 a € 500,00.
  3. Compilare la dichiarazione mensile: i Gestori dovranno dichiarare, entro 15 giorni dalla fine di ogni mese, per ogni struttura ricettiva, il numero di presenze imponibili, il numero di presenze esenti e l'ammontare del contributo incassato.

Nota

Il Comune di Caorle ha affidato il servizio di gestione dell'iimposta alla Ditta ABACO per informazioni 0421/84290. Per la modulistica: http://www.abacospa.it/it/imposta-di-soggiorno.php.

Accertamento e controllo

Ai fini dell'attività di accertamento si applicano le disposizioni di cui alla Legge 296/2006. Il controllo è effettuato utilizzando gli strumenti previsti dalla normativa per il recupero dell'elusione o dell'evasione. In particolare, si può procedere all'attività di accertamento e di riscossione del contributo a prescindere dell'ammontare del credito tributario.
I Gestori delle strutture sono tenuti ad esibire e rilasciare atti e documenti comprovanti le dichiarazione rese, il contributo applicato e i versamenti effettuati al Comune.
 

Sanzioni

Le violazioni al Regolamento sul Contributo di Soggiorno sono punite con sanzioni amministrative erogate sulla base dei principi generali in materia e indicate nell'art 9 del Regolamento. 
 

Riscossione coattiva

Le somme dovute all'ente per Contributo, sanzioni ed interessi, se non versate, sono riscosse coattivamente secondo la norma vigente.
 

Contenzioso

Le controversie concernenti il Contributo di Soggiorno sono devolute alla giurisdizione delle commissioni tributarie
 

Rimborsi

Non si procede al rimborso del Contributo per importi pari o inferiori a € 10,00.
Il rimborso delle somme versate e non dovute devono essere richieste entro il termine di 5 anni dal giorno di versamento.
Nei casi di versamento del Contributo di Soggiorno in eccedenza rispetto il dovuto, l'eccedenza può essere recuperata mediante compensazione, previa richiesta motivata.
 

Data ultima modifica: 24-07-2018
Approfondimenti
torna all'inizio del contenuto