Esplora contenuti correlati

News

Anche l'Amministrazione Comunale di Caorle sarà a Roma giovedì 2 febbraio per partecipare al Summit tra il network G20 Spiagge e i ministri Santanchè e Musumeci

Sale l’attesa per l’incontro di giovedì 2 febbraio a Roma con due Ministri, Daniela Santanchè e Nello Musumeci, 10 parlamentari, i responsabili del settore turismo di tutti i partiti, il CEO di ENIT, Ivana Jelinic e i presidenti delle associazioni nazionali e regionali del settore si confronteranno con 20 Sindaci del G20Spiagge, il network delle maggiori località balneari italiane.

Moderato dal giornalista David Parenzo, il focus permetterà un confronto che sarà decisivo per le sorti delle politiche turistiche balneari del Paese. Alle 10.30 nella sala Capranichetta in Piazza Montecitorio, due anime dello stato, parlamentari e sindaci, dovrebbe compiere un decisivo passo in avanti verso la definizione dello “Status di città balneare”. I maggiori centri turistici italiani sul mare, maggiori per numero di presenze e di Pil complessivo, non posseggono una legge quadro che consenta loro di affrontare i deficit amministrativi dati dal condurre città che, nel corso dell’estate, passano da diecimila abitanti a duecentomila. Sì, e con gli stessi fondi, lo stesso personale e le stesse procedure!

L’esigenza dei sindaci è chiara e tutti concordano sulla necessità di superare norme che, di fatto, impediscono un buon governo della cosa pubblica utile sia allo sviluppo turistico che alla sostenibilità degli ambienti rivieraschi. La costante operatività del network ha fatto sì che progetti e proposte si siano trasformati in un solido accordo tra le diverse anime delle amministrazioni balneari italiane. La trasversalità del percorso del G20Spiagge è un valore aggiunto, utilizzato oggi per raggiungere un obiettivo fondamentale. L’esperienza dei primi cittadini, sviluppata su tutto il territorio costiero nazionale, aiuta l’affermazione del sistema turistico tenendo conto dei bisogni dei residenti nelle proprie comunità.

L’incontro si annuncia decisivo. Sarà un appuntamento all’insegna del pragmatismo e della ricerca di soluzione utili, condivise e praticabili in tempi ristretti.

“Caorle è al fianco degli altri Comuni balneari del G20Spiagge in questa decisiva “battaglia” volta a riconoscere lo status di città balneare per le località turistiche che, come Caorle, in estate, grazie all'afflusso dei turisti, diventano delle vere e proprie città che necessitano di servizi e risorse che dovrebbero essere del tutto simili a quelle messe a disposizione per i capoluoghi di provincia – commenta il Sindaco Marco Sarto – Auspichiamo che da questo summit possano emergere finalmente le soluzioni normative che ci permetteranno di avere a disposizione gli strumenti necessari per poter dare una risposta efficace, in termini di servizi e qualità della vita, ai nostri concittadini ed ai nostri ospiti”.

Data creazione: 01-02-2023 | Data ultima modifica: 01-02-2023

<< <  ... 338339340341342343344345346 ...  > >>