Esplora contenuti correlati

News

“La Via delle Donne”: Caorle celebra il lavoro, il coraggio, i successi e le lotte delle donne italiane, di Caorle e di tutto il mondo

E' tutto pronto per la seconda edizione de “La Via delle Donne”, progetto culturale, sociale e turistico che ha per obiettivo la valorizzazione del ruolo della donna nella società attraverso il racconto e il confronto dei successi, delle professionalità, delle lotte, delle conquiste, del lavoro e dei sacrifici delle donne.

Dopo il successo dello scorso anno, il Comune di Caorle ha voluto riproporre anche quest'anno l'iniziativa la cui realizzazione è stata affidata nuovamente a doID [Interactive Design] di Barbara Martinazzi, esperta nel settore di allestimenti museali interattivi e non, con la collaborazione dell'agenzia di comunicazione #Uovosodoconsale Creative Communication di Gemma Canzoneri, e con il sostegno di Fondazione Santo Stefano, Confcommercio Caorle, Federalberghi Caorle, Associazione di cittadini “Fare Comune”, Gruppo “Le Giocattrici", Lions Club Caorle, Gruppo Teatrale Caorlotto, Di.Al Bevande.

Rispetto alla prima edizione – spiegano l'Assessore alle Pari Opportunità ed ai Servizi Sociali Katiuscia Doretto e la Consigliera Comunale delegata alla Cultura, Elisa Canta – l'Amministrazione Comunale ha voluto coinvolgere in maniera trasversale la cittadinanza e le associazioni attive sul territorio con l'obiettivo di rendere il più possibile inclusiva questa manifestazione, che mira non solo a celebrare i traguardi raggiunti dalle donne e il loro ruolo nella costruzione del tessuto sociale e del lavoro ma anche a mantenere alta l'attenzione sulla necessità di contrastare le discriminazioni di genere”.

Come lo scorso anno, il centro storico di Caorle ospiterà un percorso fatto di immagini e memorie, attraverso il quale la comunità di Caorle celebrerà molte donne, italiane e non, che dal '900 ad oggi hanno fatto la differenza nella Scienza, nella Letteratura, nel Giornalismo, nella Politica, ed in altri ambiti. Verranno riproposte le immagini delle donne protagoniste dell'edizione 2022 alle quali si aggiungeranno quelle scelte per l'edizione di quest'anno dai componenti del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Caorle e della Consulta dei Giovani di Caorle. Coinvolti nella scelta anche il Centro Ricreativo Pertini, la Biblioteca Civica e la Fondazione Caorle Città dello Sport (si rimanda alla parte conclusiva del comunicato per la descrizione delle protagoniste dell'edizione 2023).

Questa edizione vuole celebrare anche le donne del territorio che hanno fatto la storia della comunità residente attraverso una mostra multimediale dedicata interamente ad alcuni dei pilastri femminili che hanno costruito il tessuto sociale e imprenditoriale della città di Caorle. Per individuare le donne da ricordare, gli organizzatori hanno promosso un sondaggio per ogni quartiere/frazione/località attraverso il quale è stato chiesto ai residenti di suggerire i nomi delle donne da ricordare, motivando la scelta con una piccola biografia delle candidate.

Il sondaggio, promosso sia attraverso i social del Comune che mediante la presenza di urne fisiche dislocate sul territorio, ha visto una notevole partecipazione dei caorlotti e dei residenti delle frazioni, desiderosi di celebrare le donne locali del passato che hanno contribuito, con il proprio impegno, a far crescere Caorle.

Le donne, scelte dai cittadini, saranno le protagoniste della mostra fotografica digitale e multimediale allestita presso il Centro Civico di Piazza Vescovado che sarà inaugurata sabato 4 marzo alle ore 17 e che rimarrà aperta fino al 31 marzo (tutti i fine settimana, dal venerdì alla domenica, dalle ore 15 alle 19 e la domenica anche dalle ore 10 alle 12). La mostra, particolarmente suggestiva, è costituita da pannelli fotografici ed illustrativi che raccontano alcune storie di donne del passato e da postazioni multimediali dove, tra l'altro, si potranno ammirare tre spettacoli realizzati dal Gruppo “Le Giocattrici” con il supporto logistico del Gruppo Teatrale Caorlotto  (Si rimanda alla parte conclusiva del comunicato per i nominativi delle donne locali e per una loro biografia).

Il coinvolgimento del tessuto sociale locale per “La Via delle Donne 2023” voluto dall’amministrazione si è esteso anche alle attività commerciali e ristoranti che allestiranno le proprie vetrine in tema con la manifestazione oppure prepareranno e inseriranno nel loro menù un piatto o un cocktail dedicato a La Via delle Donne. E' previsto anche un concorso, organizzato con la collaborazione di Confcommercio Caorle, con premi per i negozianti che allestiranno le vetrine più belle.

La Via delle Donne 2023” prevede, inoltre, un ricco calendario di eventi che si svilupperà ogni sabato del mese di marzo.

Si comincia il 4 marzo con il taglio del nastro de “La Via delle Donne” inaugurando la mostra LE DONNE DI CAORLE, colonne portanti dello sviluppo locale” al centro civico (ore 17) e con “Storie Piccine”, letture animate per bambini organizzate dalla Biblioteca Civica di Caorle dedicate alle figure femminili (ore 10.30). L'appuntamento in Biblioteca con storie tratte dai libri “Buonanotte Bambine Ribelli” sarà poi riproposto il giorno 25 marzo.

La grande novità di questa edizione saranno i convegni, quattro giornate con un focus tematici importanti, in cui professioniste del settore si racconteranno interagendo anche con il pubblico presente, per formare, condividere e contribuire alla crescita sociale e imprenditoriale, attraverso il confronto e l'informazione di dati preziosi.

Sabato 11 marzo alle ore 10, nella Sala grande del centro pastorale Giovanni XXIII (piazza Vescovado) si terrà il dibattito “Giustizia Riparativa – Un incontro che apre al futuro”, organizzato in collaborazione con l'Associazione di Cittadinanza “Fare Comune” (avente sede presso il Monastero del Marango di Caorle). L'incontro moderato da Anna Cattaneo, vedrà la partecipazione di Agnese Moro, figlia dello statista Aldo Moro assassinato dalle Brigate Rosse nel 1978 e Maria Grazia Grena, che appartenne alle organizzazioni di lotta armata di quegli anni: un percorso d’incontro fra vittime e responsabili della lotta armata degli anni settanta inteso ad avviare un cambio di paradigma.

Inoltre, lo stesso giorno, alle ore 15.30, nella sala del Consiglio al Centro Civico di Piazza Vescovado si terrà un convegno intitolato “Pari Opportunità nell'imprenditoria e nel sociale”, al quale parteciperanno l’assessore Katiuscia Doretto, Vera Dobravec - Executive Director di BNI Friuli Venezia Giulia Veneto Orientale, Emilia Scolastica Vazzoler - de La Fattoria Il Ponte Onlus, Key Turchetto - Presidente Federalberghi Caorle, capogruppo provinciale del terziario donna confcommercio ed imprenditrice nel settore del turismo, Ilaria Edel Muzzati - fondatrice di Lemon e Business Center in M9 (Mestre). Cura e Modera l’incontro Gemma Canzoneri.

Da non perdere anche l'evento del 18 marzo, intitolato “La Passione delle Donne per il turismo enogastronomico e la sostenibilità: uno sviluppo che parla di successi”, organizzato grazie al prezioso contributo di Confcommercio, dell’assessorato al turismo e dell’azienda di distribuzione bevande Di.Al.

Alle ore 10, nella sala superiore del Centro Civico di Piazza Vescovado, prenderà il via il tavolo di confronto al quale parteciperanno la prof.ssa Roberta Garibaldi, ad oggi la massima esperta di turismo enogastronomico in Italia, Amministratore delegato di ENIT (ente nazionale del turismo) in carica fino a gennaio 2023, vice presidente europeo dell'OCSE (organizzazione internazionale di studi economici per i paesi membri UE) docente presso l'Università degli Studi di Bergamo, autrice di numerosi libri e saggi, la quale condividerà con la platea presente il suo report Turismo enogastronomico e sostenibilità frutto di un lavoro importante di ricerca durante il suo mandato come amministratore delegato di ENIT ente nazionale turismo italiano. Seguirà una tavola rotonda di interventi tra la chef Chiara Canzoneri, presidente di Federalberghi e Giovani Imprenditori Gorizia, Elena Ceschelli, fondatrice di Bevande Futuriste, Corinna Gianesini, delegata per la Regione Veneto dell'associazione nazionale Le Donne nel Vino e responsabile Veneto per SlowWine e La Banca del Vino e Silvia Frau giornalista di settore. Previsti, in apertura, i saluti istituzionali del Sindaco di Caorle Marco Sarto e della Presidente Gruppo Terziario Donna Venezia (Confcommercio) Patrizia Vianello.

A seguire, alle ore 12.30, Confcommercio avrà anche il piacere di premiare il commerciante la cui vetrina si è contraddistinta nell’esaltazione de La Via Delle Donne durante il mese di Marzo nel Contest Vetrine in Giallo.

Alle ore 18, inoltre, sempre nella sala superiore del centro civico, si terrà la presentazione del libro “Una stella senza luce” (Garzanti edizioni) alla presenza dell'autrice Alice Basso, modera Gemma Canzoneri.

Sabato 25 marzo, alle ore 18.00, si terrà un incontro sul tema “Legalità ed Etica” con l’intervento di Valeria Scafetta, giornalista e scrittrice, autrice del libro Donne e Antimafia, assieme a Michela Pavesi (zia di Cristina vittima innocente di un attentato della mala del Brenta). Al tavolo di confronto sul tema citato siederanno anche l’Eurodeputata Rosanna Conte, l’Assessore Katiuscia Doretto, ed alcune rappresentanti femminili delle forze dell’ordine locali. Moderatrice sarà la Presidente del Consiglio Comunale di Caorle, avv. Elisa Trevisan.

A seguire, nella sala parrocchiale, si terrà lo spettacolo di teatro e musica intitolato ROSA, dedicato alla figura dell'attivista statunitense Rosa Louise Parks, donna di colore che viveva a Montgomery, Alabama. Si tratta di un Oratorio (forma musicale di origine italiana) in 12 brani per voci 2 voci soliste, coro e band. Ideazione e testi di Francesco Shakeblues Mazilli, musica del M° Donato Cuzzato, credits Associazione Musicale BLUETTE. “Rosa è l’esempio emblematico che ci parla della forza delle donne troppo spesso lasciate in secondo piano e che invece hanno sempre saputo

dimostrare l’intelligenza, la tenacia e la coscienza determinanti nel progresso umano.”

La serata è sostenuta dal Lions Club Caorle con la presenza di Maresca Drigo.

Chiuderà il ciclo di eventi venerdì 31 marzo, alle ore 21, nella sala superiore del Centro Civico, lo spettacolo teatrale “FINISCE PER A _”, soliloquio tra Alfonsina Strada, unica donna al Giro d'Italia del 1924, e Gesù. Prodotto da Lady Godiva Teatro, testi di Eugenio Sideri, regia di Gabriele Tesauri con la straordinaria partecipazione di Patrizia Bollini.

La serata rientra nella programmazione degli eventi che precedono la giornata di arrivo della 17esima tappa del Giro d’Italia 2023, Pergine Valsugana - Caorle del 24 maggio prossimo. Lo stesso giorno ci sarà anche l'arrivo della tappa del Giro-E, la gara di cicloturismo con distanza ridotta riservata ai team che utilizzano le e-bike che partirà dalla cittadina di Monastier.

Il programma delle manifestazioni di "Caorle in Rosa" elaborato dal Comitato di Tappa di Caorle, sarà a breve reso pubblico.

Le donne internazionali protagoniste dell'edizione 2023 de La Via delle Donne:

Malala Yousafzai (12 luglio 1997): attivista pakistana per i diritti civili, in particolare quelli negati alle donne e nello specifico per l'istruzione delle bambine; la più giovane (17 anni nel 2014) a vincere il Nobel per la pace; sopravvissuta ad un attentato talebano nel 2012; nel 2013 ha dato alle stampe il libro "I am Malala" tradotto e pubblicato in tutto il mondo.

Franca Rame (1929 – 2013): attrice teatrale, drammaturga e politica italiana. Nel ‘58 fondò la “Compagnia Dario Fo-Franca Rame” e nel ‘68 abbracciò l’utopia sessantottina. Nel 1973 fu rapita da esponenti di estrema destra, subì torture e fu vittima di stupro. Negli anni settanta partecipò al movimento femminista. Nel 1999 ricevette la laurea honoris causa da parte dell’Università di Wolverhampton. Nelle elezioni politiche del 2006 fu eletta senatrice.

Marie Curie (1867-1934): Fisica, chimica e matematica polacca naturalizzata francese. La prima donna al mondo insignita del premio Nobel. Nel 1903 ricevette il primo Nobel per la fisica, insieme al marito Pierre Curie e ad Antoine Henri Becquerel, per i suoi studi sulle radiazioni. Nel 1911 ricevette il secondo Nobel per la chimica per aver scoperto il radio e il polonio, il cui nome è stato scelto proprio in onore della sua terra natale. È stata la sola ad aver vinto il Premio in due distinti campi scientifici.

Rosa Parks (1913-2005): Figura-simbolo del movimento per i diritti civili, è divenuta famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus a un bianco, dando così origine al boicottaggio dei bus a Montgomery. E' stata soprannominata dall'opinione pubblica Mother of the Civil Rights Movement, proprio per il carattere iconico del suo gesto e del suo personaggio.

Alfonsina Strada (1891-1959): Alfonsa Rosa Maria Morini nota con il nome da coniugata Alfonsina Strada è stata una ciclista su strada italiana, prima donna a competere in gare maschili come il Giro di Lombardia e il Giro d'Italia. Tra le pioniere della parificazione tra sport maschile e femminile.

Le donne locali protagoniste dell'edizione 2023 de La Via delle Donne:

Annamaria Comisso: insegnante presso la scuola Palladio di Caorle;

Ida Rinaldi: ha gestito il traghetto di San Gaetano;

Franca Paludo Rosselli: pioniera settore immobiliare a Porto Santa Margherita;

Ada Facchetti: infermiera attiva a Castello di Brussa;

Maria “Marota” Gusso: attivissima in ambito sociale a Santa Margherita;

Evelina Buoro: insegnante di San Giorgio di Livenza.

Data creazione: 02-03-2023 | Data ultima modifica: 02-03-2023

<< <  ... 324325326327328329330331332 ...  > >>