Esplora contenuti correlati

News

Festa della Marina 2023, sabato 10 giugno

Il Gruppo A.n.m.i. Di Caorle ha organizzato per sabato 10 giugno la Festa della Marina.

Il programma della giornata prevede alle 9.30 il ritrovo delle Autorità Civili (presente un rappresentante della Giunta Comunale di Caorle) e Militari, delle Associazioni d'Arma presso la sede A.n.m.i. di Caorle (Vedetta)

Alle 10 si terrà la cerimonia dell'Alzabandiera presso il pennone antistante la Vedetta.

A seguire una seconda cerimonia dell'Alzabandiera in piazza Pio X.

Dopo il rientro presso la Vedetta, verso le 10.45, il Presidente del Gruppo A.n.m.i. Caorle, Vittorio Emanuele Dalla Bella, ricorderà l'affondamento avvenuto ottanta anni fa (23 maggio 1943) del Regio sommergibile “Leonardo da Vinci” sul quale era imbarcato il marinaio caorlotto Perillo Gusso, scomparso nelle acque dell'Atlantico con tutto il resto dell'equipaggio.

Alle 11.15, infine, la benedizione della corona d'allora che sarà poi gettata in mare a ricordo dei caduti.

Non mancherà un momento conviviale.

Alcuni cenni storici sul Sommergibile “Da Vinci”

Alle ore 12.15 del 23 maggio 1943, a circa 400 miglia da capo Finisterre (Spagna) veniva affondato dall'attacco delle navi inglesi Ness e Active il Regio Sommergibile Italiano Leonardo da Vinci, battello leggendario che aveva tra i 63 membri dell'equipaggio anche un giovane marinaio caorlotto, Gusso Perillo. Il Da Vinci stava rientrando dalla sua undicesima missione di guerra svolta per la prima volta da un battello italiano tra due oceani. Atlantico e Indiano. La missione compiuta dal sommergibile Italiano fu l'ottava per tonnellaggio affondato di tutta la seconda guerra mondiale: sei navi per 59.600 tonnellate. Davanti al comandante C.C. Gianfranco Gazzana Priaroggia, sette comandanti di Uboot tedeschi, tra questi Otto Ktretschmer che con 47 navi affondate per oltre 277.000 tonnellate fu il primo affondatore della seconda guerra mondiale. Perillo Gusso, da membro dell'equipaggio del Da Vinci, contribuì all'affondamento di 16 navi per 112.000 tonnellate.
Il Da Vinci con 17 navi per oltre 120.000 tonnellate fu il primo battello non tedesco per affondamenti del secondo conflitto mondiale. Il comandante Gazzana, con 11 navi per 90.000 tonnellate fu il primo comandante non tedesco per affondamenti di quella guerra.

Data creazione: 08-06-2023 | Data ultima modifica: 08-06-2023

<< <  ... 214215216217218219220221222 ...  > >>